Privacy Policy
Crea sito
Header
HomeNewsPhoto GalleryContattiSegnalazioniTeam
truesicilia
Prossimi Concerti
Blog
Locali
Photo Gallery
GuestBook
Recensioni & co.
Live Report
Recensioni Band
Recensioni Cd
Recensioni video
Interviste
Inserisci
News

[12/06/2013]

Comunicato We Rock Fest

Dopo tanta attesa,torna per il quarto anno consecutivo l'evento estivo catanese dedicato al metallo pesante.
Rinfrescheremo due notti torbide nel consueto splendido palcoscenico naturale alle pendici del vulcano...
e non a caso quest'anno il fuoco è protagonista anche dell'artwork della locandina, poichè i nostri ospiti musicisti anche stavolta sapranno creare l'atmosfera esplosiva che contraddistingue l'evento da sempre.
Siamo orgogliosi di presentarvi il bill del WE ROCK FEST IV OPEN AIR 2013: quest’anno si affiancheranno a
valide band siciliane e calabresi, gruppi provenienti da Toscana, Piemonte e Umbria.
Piccola sorpresa: grazie al progetto “BloodRed”,nato dall’unione dell’esperienza di musicisti appartenenti a
rse, commemoreremo la prematura scomparsa di Jeff Hanneman (Slayer).
Tante saranno le emozioni in un crescendo di energia, dall'Hard Rock più classico, passando per le
composizioni più moderne dello Stoner Rock, per arrivare al Thrash e Death Metal, nel solito clima sereno e
cordiale, tra paradiso e inferno... THE WAY TO HEAVEN & HELL.
**********


Online le foto del concerto dei Bunker 66 + Guru of Darkness + Camera Obscura
del 25/11/2011
all'insomnia

**********

Pubblicità
Links
Web Zine
Band
Altro
Sito
Aggiungi preferiti
Segnala ad un amico

Death Front
Slave of Madness - 2009

I Death Front sono una giovane formazione siracusana in attività dal 2007. Il loro primo demo si intitola “Slave of Madness” ed è introdotto da una copertina dal disegno naïf, che mostra un uomo, dal volto deforme e dai capelli lunghi, legato con una camicia di forza ed inginocchiato in una pozza di sangue, sullo sfondo di un muro pieno di crepe, presumibilmente quello di una stanza di un manicomio; nel retro di copertina è presente un’immagine meno violenta, cioè una foto dei musicisti.
Il disco dura mezz’ora ed inizia con il breve strumentale “Saurian Desolation”, dark/doom introduttivo che ci accompagna al primo vero brano, il veloce e monolitico death “Under the Abyss”, che utilizza le doppie voci. Il pezzo più lungo, “Slave of Madness”, dura ben sette minuti: dopo un avvio doom, si fa largo un thrash metal non velocissimo ma compatto, interrotto in parte da un prolungato solismo atmosferico.
Si continua con il cadenzato thrash/death “The War in the Darkest Crusade”, arricchito da un assolo oscuro e con “Taste of Pain”, che, dopo un avvio melodico, si evolve violento e veloce. La conclusione è affidata al mid-tempo “Pull the Trigger”, del quale ricordiamo, oltre ad un assolo in wha-wha, il dovuto spazio lasciato alla sezione ritmica per fornire all’ascoltatore la mazzata finale.
Trattandosi di un’autoproduzione, i volumi non sono proprio perfetti. La tecnica è discreta, mentre la voce, pur essendo rauca, è ancora piuttosto acerba: ciò premesso, le idee espresse sono interessanti, visto che richiamano alla memoria le fasi meno selvagge e più “raffinate” di Metallica e Megadeth, con l’aggiunta di qualche fraseggio death metal. Pur essendo suonato da un gruppo che abbatte le barriere tra thrash e death metal, il CD è più adatto agli appassionati del primo settore, pertanto è principalmente a questi che ne consigliamo l’ascolto.

Contatti: http://www.myspace.com/deathfrontsr

Voto: 7

Giuliano Latina

Recensione vista 127 volte

Created by Powser - Graphic by KWD
Creative Commons License
Truesicilia.org è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.