Privacy Policy
Crea sito
Header
HomeNewsPhoto GalleryContattiSegnalazioniTeam
truesicilia
Prossimi Concerti
Blog
Locali
Photo Gallery
GuestBook
Recensioni & co.
Live Report
Recensioni Band
Recensioni Cd
Recensioni video
Interviste
Inserisci
News

[12/06/2013]

Comunicato We Rock Fest

Dopo tanta attesa,torna per il quarto anno consecutivo l'evento estivo catanese dedicato al metallo pesante.
Rinfrescheremo due notti torbide nel consueto splendido palcoscenico naturale alle pendici del vulcano...
e non a caso quest'anno il fuoco è protagonista anche dell'artwork della locandina, poichè i nostri ospiti musicisti anche stavolta sapranno creare l'atmosfera esplosiva che contraddistingue l'evento da sempre.
Siamo orgogliosi di presentarvi il bill del WE ROCK FEST IV OPEN AIR 2013: quest’anno si affiancheranno a
valide band siciliane e calabresi, gruppi provenienti da Toscana, Piemonte e Umbria.
Piccola sorpresa: grazie al progetto “BloodRed”,nato dall’unione dell’esperienza di musicisti appartenenti a
rse, commemoreremo la prematura scomparsa di Jeff Hanneman (Slayer).
Tante saranno le emozioni in un crescendo di energia, dall'Hard Rock più classico, passando per le
composizioni più moderne dello Stoner Rock, per arrivare al Thrash e Death Metal, nel solito clima sereno e
cordiale, tra paradiso e inferno... THE WAY TO HEAVEN & HELL.
**********


Online le foto del concerto dei Bunker 66 + Guru of Darkness + Camera Obscura
del 25/11/2011
all'insomnia

**********

Pubblicità
Links
Web Zine
Band
Altro
Sito
Aggiungi preferiti
Segnala ad un amico

Orenevol
All We Have - 2009

Elenco brani:

Requiem

Me and My Soul

The Ghost of You

Normality

Far Away

Clown

The Sound of Victory

Tra il silenzio e la follia


All We Have” è il primo album dei palermitani Orenevol, giovani musicisti che traggono ispirazione dal nuovo gothic oggi molto in voga, anche perchè strutturato in maniera totalmente differente dal gothic metal tradizionale.

Il CD, autoprodotto, dura poco più di mezz'ora e si apre con il pianoforte di “Requiem”, un lento atmosferico che cresce leggermente nel finale, dominato da tastiere classicheggianti; si continua con il mid-tempo “Me and My Soul”, dotato di alcuni passaggi vocali di stampo lirico e con la veloce “The Ghost of You”. L'accoppiata formata da “Normality” e “Far Away” è veramente interessante, visto che la prima è costruita su un'impalcatura mimimale di piano e voce, molto suggestiva, mentre la seconda è arricchita da un flauto progressive e da tastiere darkeggianti, ai quali fa buona compagnia un assolo di chitarra.

Alla cadenzata “Clown”, sinfonica e solenne, segue la strumentale “The Sound of Victory”, simile ad una musica da film, in cui trovano ampio spazio tastiere e chitarre, che si sfidano in assolo nell'unica accelerazione tipicamente metal del disco, resa possibile da un buon lavoro della sezione ritmica. Si chiude con un lento in lingua italiana, “Tra il silenzio e la follia”, in cui il cantato ricorda pericolosamente quello di Elisa, comunque il brano viene sollevato da un lieve indurimento ritmico e da un assolo discreto nel finale.

In sintesi, i pezzi sono tecnicamente ben eseguiti e notevolmente ispirati dal punto di vista compositivo, mentre il timbro vocale, pur dando vita a belle sonorità, secondo noi è poco adatto al genere metal. Ci sembra di non allontanarci tanto dal vero nel definire gli Orenevol come degli Evanescence di gran lunga più raffinati e qualitativi; a volere essere generosi, però, possiamo considerarli artefici di un hard rock con valide portanti sinfoniche, ma troppo distanti dal metal. Il metal, infatti, per essere definito tale, deve in primo luogo risultare HEAVY – fattore essenziale che troppo spesso al giorno d'oggi si tende a dimenticare - e su “All We Have”, purtroppo, di pesante c'è ben poco, pertanto consigliamo l'ascolto ai seguaci del rock alternativo e del nuovo gothic rock, mentre avvertiamo i metallari, dal classic al thrash, dall'epic al death, dal power al black, dal grind al doom, che potrebbero rimanere fortemente delusi da sonorità molto raffinate, ma, nello stesso tempo, un po' troppo morbide dal punto di vista puramente metallico.

Contatti: www.myspace.com/orenevolband

Voto: 7

Giuliano Latina

Recensione vista 127 volte

Created by Powser - Graphic by KWD
Creative Commons License
Truesicilia.org è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.