Privacy Policy
Crea sito
Header
HomeNewsPhoto GalleryContattiSegnalazioniTeam
truesicilia
Prossimi Concerti
Blog
Locali
Photo Gallery
GuestBook
Recensioni & co.
Live Report
Recensioni Band
Recensioni Cd
Recensioni video
Interviste
Inserisci
News

[12/06/2013]

Comunicato We Rock Fest

Dopo tanta attesa,torna per il quarto anno consecutivo l'evento estivo catanese dedicato al metallo pesante.
Rinfrescheremo due notti torbide nel consueto splendido palcoscenico naturale alle pendici del vulcano...
e non a caso quest'anno il fuoco è protagonista anche dell'artwork della locandina, poichè i nostri ospiti musicisti anche stavolta sapranno creare l'atmosfera esplosiva che contraddistingue l'evento da sempre.
Siamo orgogliosi di presentarvi il bill del WE ROCK FEST IV OPEN AIR 2013: quest’anno si affiancheranno a
valide band siciliane e calabresi, gruppi provenienti da Toscana, Piemonte e Umbria.
Piccola sorpresa: grazie al progetto “BloodRed”,nato dall’unione dell’esperienza di musicisti appartenenti a
rse, commemoreremo la prematura scomparsa di Jeff Hanneman (Slayer).
Tante saranno le emozioni in un crescendo di energia, dall'Hard Rock più classico, passando per le
composizioni più moderne dello Stoner Rock, per arrivare al Thrash e Death Metal, nel solito clima sereno e
cordiale, tra paradiso e inferno... THE WAY TO HEAVEN & HELL.
**********


Online le foto del concerto dei Bunker 66 + Guru of Darkness + Camera Obscura
del 25/11/2011
all'insomnia

**********

Pubblicità
Links
Web Zine
Band
Altro
Sito
Aggiungi preferiti
Segnala ad un amico

Thy Majestie + Dalia Nera
Stadio Comunale V. Barone - Modica (RG) - 26/05/2007

E finalmente Modica ha avuto la sua serata metal. Circa trecento persone o poco più hanno raccolto l’invito della Link Music, l’affluenza sarebbe stata sicuramente più alta se il costo del biglietto, fissato a 10€, fosse stato più basso o se l’offerta della serata fosse stata più allettante. Di sicuro molto interessanti i gruppi proposti, tutti di nostra terra Sicilia, i Dalia Nera da Ragusa e i più acclamati e conosciuti Thy Majestie da Palermo. Sulla esibizione dei palermitani si sarebbe potuto nutrire qualche dubbio fino a pochi mesi fa, viste le recenti defezioni del cantante e di un chitarrista, ma il loro impegno internazionale al Fear Dark Festival in Olanda li ha costretti a mettersi ai ripari. Il concerto comincia abbastanza presto e dopo le 21 sono i Dalia Nera, in cui militano alcuni amici, ad aprire lo spettacolo. Già ascoltati diverse volte in varie serate nei locali della zona, il genere proposto è rock, l’ispirazione del gruppo si rifà ad Incubus e Soundgarden con riferimenti a volte anche ai System of a Down nelle parti più dure. I pezzi proposti dal gruppo di supporto sono 6: My show will never end è il primo pezzo, un bel pezzo rock molto veloce nel quale la voce di Gianni Zed viene subito messa alla prova per tutta la sua estensione, si prosegue poi con There’s no heaven altro bel pezzo veloce e molto ritmico, poi ancora avanti con Inner weakness e Tonight, pezzo che Il Conte dedica agli amanti delle corse di macchina su pista, gli ultimi due pezzi sono Mind pollution e The way to live. Tutti i pezzi sono molto ritmati e ben cadenzati, i suoni sono puliti e le due chitarre in accordo tra loro. Si chiude così la prima parte del concerto con un ottima prestazione del gruppo già numerose volte protagonista di serate di alto calibro e con un’ottima presenza scenica sul palco.

È il momento adesso dei Thy Majestie, già visti dal sottoscritto 4 anni fa alla giornata dell’arte di Palermo, appena il tempo di prendere posto sul palco e si comincia. L’intro Rerum Memoria spezza il silenzio ed apre la strada a Warrior and the king segue poi subito a ruota Echoes of war, due cavalcate di power metal sinfonico, durante questi due pezzi l’esecuzione sembra un po’ sporca e qualche attacco non viene eseguito bene, ma tutto si sistema a partire dal terzo pezzo Up to the battle! e poi per Maiden of steel, cavallo di battaglia del gruppo preso dal loro ultimo lavoro. A questo punto viene proposta una cover Moonchild degli Iron Maiden che, manco a dirlo, viene cantata da tutti fino al limite delle proprie corde vocali. Si prosegue con la epic-ballad Anger of Fate, canzone ricca di pathos. Si cavalca ancora verso la parte centrale dell’esibizione, i membri del gruppo sono affiatati e ottima è l’esecuzione dei due nuovi membri Simone Campione, già membro degli Irencros, alla chitarra e Dario Cascio alla voce. Il cantante intrattiene molto bene il pubblico tra un pezzo e l’altro. Vengono eseguite The sight of Telham Hill, Under siege, primo pezzo proposto dal loro primo album e poi di nuovo a capofitto sull’ultimo lavoro con un’altra ballad The chosen. Seconda cover della serata è Rise and Fall degli Helloween. Si annuncia l’ultimo pezzo, ma è solo la fine della prima parte del concerto, con Through the Bridge of Spears. Breve stacco e si ricomincia, stavolta di nuovo con gli Iron Maiden The evil that man do a cui seguono Wings of wind,The scream of Taillefer e Demons on the crown. Stavolta sembra essere veramente arrivati alla fine, ma non è proprio così perchè il gruppo si concede un’ultima volta a tutti i presenti proponendo nuovamente il loro cavallo di battaglia, ovvero Maiden of steel, un bis che saluta tutti.

Il gruppo dei Thy Majestie è stato molto coinvolgente e non ha mai annoiato, la loro recente esibizione in Olanda li ha sicuramente galvanizzati anche per questo show, ottima la prestazione di tutti e anche del cantante che, sebbene abbia mostrato qualche atteggiamento da divo, si è divertito e ha divertito, alla fine spazio per gli autografi e per le foto con i fan. I suoni nel complesso sono stati buoni. Un plauso va alla LinkMusic che è stata capace di organizzare un piccolo evento in provincia di Ragusa e non se ne vedevano da tanto, con la speranza che questa serata possa fungere da trampolino di lancio per questo remoto angolo della Sicilia.

†Mørke†

Recensione vista 127 volte

Created by Powser - Graphic by KWD
Creative Commons License
Truesicilia.org è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.